Smistatore Multigecko: in Italia è già una realtà

Multigecko, smistatore su due file, e Griffon, il pallettizzatore con pinza a cinque assi per formati medi e grandi fino a 250 kg, sono i nuovi sistemi creati da System Ceramics per il fine linea che vanno ad affiancarsi all’affermata confezionatrice 4Phases. I due nuovi processi saranno presentati ufficialmente durante la fiera internazionale Tecnargilla, a Rimini dal 22 al 26 settembre, ma le ceramiche italiane che li hanno introdotti in anteprima sono numerose. A detta dei direttori tecnici di ABK, Casalgrande Padana, Coem, Emilcermica, Florim, Gruppo Gresmalt, Marazzi, Panaria, Polis, Sant’Agostino, Tagina, Valsecchia, le qualità più apprezzate del nuovo smistatore sono l’efficienza e i bassi costi di produzione, oltre all’abbattimento delle spese legate alla manutenzione.

Con queste novità System porta nei siti produttivi una grande efficienza e attiva il concetto di “reparti di scelta” progettando layout personalizzati sulle esigenze del cliente. Dallo stoccaggio uscita forno fino alla movimentazione con veicoli automatici AGV, passando per il controllo qualità (Qualitron NG), il sistema di scelta (Easy Line o Multigecko), il confezionamento ecologico (4Phases), il pallettizzazione (Griffon)… tutto è configurato per adattarsi ai diversi formati in arrivo dalla produzione e passare da un lotto all’altro in pochi minuti.

Per arrivare a questo risultato, System ha interpretato la domanda produttiva mondiale di piastrelle. Il mercato italiano è in linea con la tendenza globale di lastre ceramiche sempre più grandi, ma è una domanda che ha una sua variabilità e soprattutto è legata a richieste di lotti non necessariamente grandi. Le fabbriche hanno bisogno di tecnologia flessibile e produzioni improntate al risparmio di energia e di materia prima. System ha risposto, per prima, con macchinari veloci e semplici.